I robot non prendono il caffè

Robot sempre più abili Un algoritmo non è nient’altro che una ricetta, come quella della torta di mele. Ci sono ricette semplici, la torta di mele appunto, e ricette molto […]

Informatica e rivoluzione

Google ha portato la rivoluzione nel nostro modo di apprendere, Facebook ha rivoluzionato il nostro modo di gestire le relazioni personali, Amazon ha rivoluzionato il nostro modo di acquistare. Queste […]

Robotoidi

Mamma, che cos’è il sistema nervoso? È il sistema operativo degli umani, tesoro. Permette anche a loro di controllare le periferiche, organizzare le informazioni ed interagire con tutto ciò che […]

Educazione delle ragazze

L’educazione delle ragazze

Nei dibattiti sul divario digitale di genere mi viene spesso chiesto di dare qualche consiglio alle ragazze per aiutarle, se mai ce ne fosse ancora bisogno, a conquistare il loro […]

Che grazia, Dr. Grace!

Non può mancare Grace Hopper nei ricordi delle grandi donne del passato che hanno reso grande l’informatica. Grace Hopper era una scienziata di primissimo piano ed aveva una brillante personalità. […]

Se Ada fosse stata piemontese

Ada Byron era nata da una breve e passionale relazione tra sua madre Anna Bella, matematica torinese che non aveva saputo fare bene i suoi conti, con il poeta inglese […]

Articoli Recenti

I robot non prendono il caffè

I robot non prendono il caffè

Robot sempre più abili Un algoritmo non è nient’altro che una ricetta, come quella della torta di mele. Ci sono ricette semplici, la torta di mele appunto, e ricette molto complicate[...]
Informatica e rivoluzione

Informatica e rivoluzione

Google ha portato la rivoluzione nel nostro modo di apprendere, Facebook ha rivoluzionato il nostro modo di gestire le relazioni personali, Amazon ha rivoluzionato il nostro modo di acquistare. Queste[...]
Crisi e carta d'identità

Crisi e carta d'identità

Nei primi anni del secolo scorso fece scalpore il caso Bruneri-Canella, detto lo smemorato di Collegno, che aveva completamente dimenticato la propria identità. Lo sfortunato fu reclamato da due famiglie[...]